mercoledì 25 maggio 2016

è nato PAROLE PER RESTARE (Raffaelli Editore, 2016)

Dalla proposta editoriale fattami da Raffaelli Editore in seguito al mio essere arrivata tra i finalisti del Premio Rimini 2015 è passato circa un anno. 


In questo maggio 2016 è venuto al mondo il mio "Parole per restare", che ha miracolosamente una postfazione di Franco Loi. 
Così Raffaelli introduce la postfazione: 

POSTFAZIONE

Federica Volpe ha conosciuto il poeta Franco Loi nella scorsa estate a Rimini.
Mentre lei leggeva le sue poesie nel parco del Castello Malatestiano, Loi era con me, seduto in prima fila. Poco dopo, non c’è stato bisogno che facessi io le presentazioni, l’anziano maestro le si è presentato da solo, complimentandosi con slancio.
In vista di questa pubblicazione, spronai Federica affinché vincesse la timidezza e andasse a far visita al poeta, perché ciò che Loi avrebbe detto della sua poesia pensavo che sarebbe stato utile a questo libro. Così è stato. Il dialogo fra loro è stato registrato e in parte trascritto. Lo pubblichiamo qui a mo’ di postfazione col permesso del poeta che ringraziamo.

Walter Raffaelli

foto di Ludovico Maria Gilberti
Condivido la poesia di apertura della silloge, che dà il titolo al libro: 


Sono parole scritte per restare.
Non importa la stanza o l'angolo
di mondo in cui i tuoi occhi
s'appoggeranno sul mio corpo
fatto carta, più leggero,
a combattere le morti di ogni giorno
e la durevole futura. Passeranno
le stagioni ed io ti aspetterò
su uno scaffale, o in un buio di cantina,
o in una sala d'aspetto di ospedale.
Tu mi troverai, e ciò che importerà
non sarò io, ma il tuo sguardo,
ciò che vedi. Io sono nata per te,
per questo incontro inatteso,
per il tuo rivederti in qualche
svolta delle mie parole, come in una
stanza di specchi che si teme,
a volte, o che si ama.
Sono parole per restare.
Sono parole per restarti.

Grazie a chiunque vorrà leggermi e provare a far restare queste mie parole. 
Federica Volpe

Nessun commento:

Posta un commento