giovedì 29 novembre 2012

Antonia - cero sui fiori d'autunno

Abbandonati in braccio al buio
monti
m'insegnate l'attesa:
all'alba – chiese
diverranno i miei boschi.
Arderò – cero sui fiori d'autunno
tramortita nel sole.

(Antonia Pozzi)



E' stato riproposto lo scorso 23 novembre 2012 a Vedano al Lambro, a cura di Mille Gru / Poesia Presente, grazie all'opportunità offerta dal Circolo Culturale Don Primo Mazzolari di Vedano, il mio "Antonia - cero sui fiori d'autunno".
Riproposto, perché era già stato messo in scena a Lissone, all'interno del progetto di Poesia Presente "PAROLE DI POETA, con tè", il 28 aprile 2012 alle ore 11.00 presso la biblioteca. 

Ve lo siete persi, eh?! Ma io, previdente, ho fatto dei video, così anche chi, mentre tutto ciò avveniva, era impegnato in giro per il mondo, può rivivere il momento come se fosse stato lì con noi.

"ANTONIA - cero sui fiori d'autunno" A. Libretti legge

"ANTONIA - cero sui fiori d'autunno" Canto della mia nudità

"ANTONIA - cero sui fiori d'autunno" D. Bulfaro legge 


 Ed ecco, poiché se lo chiedete a me io non lo so spiegare, di cosa si tratta:

La scrittrice e attrice milanese Adriana Libretti, interpreterà con una lettura scenica Antonia Pozzi (1912-1938) in ANTONIA – cero sui fiori d’autunno. L’iniziativa è promossa e sostenuta dal Circolo Culturale Don Primo Mazzolari di Vedano al Lambro ed è ad ingresso libero. Questa lettura scenica è stata scritta appositamente dalla giovane poetessa brianzola Federica Volpe come omaggio ad Antonia Pozzi nel centenario della sua nascita: si compone di lettere originali, poesie e racconti nella quale si snoda la vita della poetessa di Pasturo fino all’incontro volontario con la morte a soli 26 anni.
L’interpretazione di Adriana Libretti, scrittrice, attrice e autrice di teatro restituisce con fedeltà l’intenzione della Volpe a cui premeva narrare il processo di trasformazione dell’anima della Pozzi.
Il videofondale realizzato da Elisa Tagliati e Federico Pagliarini (docenti del Liceo Artistico Statale “B. Munari” di Crema) intensifica questo principio attraverso la ripresa di una candela che da spenta torna alla sua totale luminosa integrità. Fotografie e lettere autografe della Pozzi, attraverso dissolvenze incrociate, scandiscono i momenti più fecondi e drammatici condensati nel testo drammaturgico.
PoesiaPresente, ancora una volta, sostenendo Federica Volpe si distingue per la volontà di promuovere i giovani autori di MB offrendo loro spazi, risorse e visibilità col solo fine di metterli nelle condizioni di poter esprimere a pieno tutta la loro poesia.

Volevate venire, eh?! Chissà che non venga rimesso in scena, da qualche parte... :)





2 commenti: