lunedì 30 gennaio 2012

SCRIVO - di Michela Maria Zanon

Scrivo come respiro
vita di carne ossa e sangue.
Elogio al respiro
forma eletta e muta
il più sacro fra i processi organici.
Scrivo per ricercare l'interezza.
La sazietà mi colloca fuori dal regno.
Respiro e la stanza si riempie d'intimo.
E' l'epoca dei respiri corti.
L'esistenza soffoca
la gola rigurgita
il sangue non coagula.
Scrivo per malattia del pensiero
lacrima miracolosa
sul sentiero arido.



"Non - non fumo Prediligo il fucsia Sono molto piu' bassa, gioco a campana tre volte al giorno. La domenica rubabandiera. PS : ho un gatto magico"
(Michela Maria Zanon)

Nessun commento:

Posta un commento