domenica 12 giugno 2011

SENZA VARIAZIONI DI FUGA - di Mirella Crapanzano

in questa stanza consumo il nero
di uno scoglio e nulla sembra
possa introdurre il mare
la certezza che la notte spunti
a sproloquiare, a dire - non ti amo -
neppure oggi che seduci un'abitudine
a cui non so tornare

(così penso che un naufrago ad una tavola ha più chance
di rimanere impigliato)

da qui sono costretta ad oltre, senza variazioni
di fuga, l'unica possibilità è respirare
sott'acqua, allargare
i polmoni, tramutarli in branchie
come fossi a casa
con la camicia appena tolta





Mirella Crapanzano nasce ad Agrigento nel 1959. Appassionata d’arte, dipinge da sempre, preferendo sperimentare materiali diversi e tecniche miste di pittura.
Vive da oltre 15 anni nella zona del Canavese, a pochi chilometri da Ivrea, dove ha il suo Atelier.
Si occupa di allestimenti scenografici e collabora con varie compagnie teatrali, tra cui TeatroLila di Torino, della rete internazionale di donne nel teatro The Magdalena Progect.
Ama la poesia e la scrittura, ma soprattutto leggere. E' presente in diverse antologie poetiche e pagine web, col suo nome e con il nick di Ecatmel, tra cui:

http://ecatmel.splinder.com/
http://lastanzadinightingale.blogspot.com/
http://thecatswillknow.splinder.com/
http://versinvena.freeforumzone.leonardo.it/

Nessun commento:

Posta un commento