lunedì 1 novembre 2010

Alda Merini, un anno di assenza

Un anno fa ci lasciava Alda Merini.
Da allora, inutile dirlo, ci sentiamo tutti un po' più soli.
Ma rimangono i suoi versi, rimane la poesia.
E allora è proprio con una poesia che oggi voglio ricordarla.



Grazie Alda!




Sono nata il 21 a Primavera

Sono nata il ventuno a primavera
ma non sapevo che nascere folle,
aprire le zolle
potesse scatenar tempesta.

Così Proserpina lieve
vede piovere sulle erbe,
sui grossi frumenti gentili
e piange sempre la sera.
Forse è la sua preghiera.

(Alda Merini)

Nessun commento:

Posta un commento