domenica 24 ottobre 2010

I CAMPI SPOGLI - di Roberta D'Aquino

improvvisamente, gli occhi hanno preso
a brillare di pianto, proprio come
un aborto di bomba

era l’aver ricordato che di tanti
non ho più nonni. ne avevo sette
e sono caduti uno ad uno come non fecero
durante la guerra

era l’aver ricordato il sabato fascista
e quel dannato tedesco che strappò
la foglia all’albero, perché vibrava
controvento. Erano le parole della storia
vista dai suoi occhi e solo per questo
erano vere

ma è caduta per quarta. ci ha pensato
il cancro che in agosto miete il grano
maturo. e poi sono caduti tutti
e mi hanno lasciato i campi spogli





La poesia è parola silenziosa e per questo le si affida.
Roberta D'Aquino è nata a Napoli l'11 marzo 1982.

Nessun commento:

Posta un commento